«La salsa per pasta del marchio Bongiovi è l'essenza della tradizione familiare», dice il Sig. John Bongiovi sen. (noto come «Sig. B»).

Il Sig. B è nato a Perth Amboy, nel New Jersey, ed è cresciuto lì con suo fratello. Durante questo periodo, i fratelli hanno imparato a conoscere bene le salse per pasta. Già allora, il Sig. B osservava come veniva preparata la salsa. Tradizionalmente in Italia, la salsa veniva cucinata e servita per ogni occasione. La ricetta della salsa per pasta risale al 1890 ed è stata tramandata dai genitori di suo padre, Louis. Qualche anno dopo, i nonni portarono la ricetta dalla regione a sud-ovest della città costiera di Sciacca in Sicilia in America.

«All'epoca, la mia famiglia usava pomodori freschi dell'orto», afferma il Sig. B, «mia nonna aveva il suo giardino e anche le sue galline». La salsa, elemento fondamentale della cucina italo-americana della famiglia Bongiovi, costituiva la base della maggior parte dei pasti in casa.

Il giovane Sig. B, il cui piatto preferito era il pollo alla cacciatora, lavorava in un salone da barbiere e si formava come idraulico. Dopo il liceo, si arruolò nei Marines e prestò servizio per tre anni a Camp Lejeune e in Virginia. Verso la fine del suo servizio come ingegnere di manutenzione nelle basi militari, incontrò Carol Sharkey, specialista in comunicazioni della Marina. Dopo il matrimonio, il Sig. B intraprese la professione di parrucchiere e lavorò nel New Jersey per molti anni. Dice che il rapporto personale con ogni cliente ha plasmato il suo pensiero: «Si tratta di relazioni, perché dietro la sedia del barbiere si è psicologi, avvocati e ascoltatori. Si tratta sempre del cliente». La conclusione che ha tratto da questi anni è stata: «Comunicare con le persone e imparare qualcosa di prezioso dagli altri».

Il Sig. B dice che quando hanno fondato la loro famiglia, hanno aggiunto altre cose alla salsa base e sono passati a diversi piatti.

Bongiovi Brand 3er SetGià provato?!

Il primo dei loro tre figli: John Francis Bongiovi, Jr. (nome d'arte 'Jon Bon Jovi') è stato nominato in onore di suo padre. I figli Anthony e Matthew sono arrivati poco dopo. Mentre i giovani Bongiovi crescevano a Sayreville, nel New Jersey, le tradizioni dei loro nonni e bisnonni continuavano. Insieme ad amici e membri della famiglia, si riunivano regolarmente per mangiare pasta.

«La pasta è un alimento base – e sazia le persone», dice Anthony (il fratello di mezzo). «È quello che facciamo. Siamo dopotutto italiani!» aggiunge Jon Bon Jovi.

«Ecco questa foto di me mentre cucino al fornello», dice il Sig. B riguardo al processo che durava quattro ore – solo per la cottura, per non parlare della preparazione che richiedeva anche essa ore. Anthony dice: «Sì, era la tradizione della domenica. Avevamo la salsa per tutto il corso della settimana ai pasti – a volte solo con pasta di forme diverse». Dopo il suo matrimonio, dice: «Abbiamo iniziato ad aggiungere vari ingredienti per creare varietà. Ma non abbiamo mai dimenticato che si trattava della salsa della mia famiglia. Ero davvero io quello più interessato alla cucina».


In un'intervista personale, Anthony racconta: «Entrambi i miei genitori lavoravano e c'è stato un periodo in cui ho dovuto imparare a fare la salsa, avevo probabilmente una ventina d'anni». Il lavoro di squadra nella famiglia Bongiovi si manifestava in molti modi. Gli è stato chiesto come lo avesse incoraggiato il Sig. B. Lui ha riso e detto: «Quando cucinavo, loro pulivano». Il desiderio di Anthony era frequentare la scuola di cucina: «Volevo andare a scuola di cucina da tempo, perché ho sempre amato cucinare come hobby».

Era consuetudine avere amici per godersi pasta e salsa insieme. La famiglia Bongiovi si riuniva sempre per la cena. «Rimanemmo tutti a casa e ci riunivamo attorno al tavolo», spiega Anthony, «la cena era importante per noi. Non abbiamo mai perso di vista la tradizione. Così sapevamo sempre dove fossero tutti in quel momento», descrive Anthony, aggiungendo alla tradizione prima della cena: «Papà usciva dalla porta sul retro e fischiettava», dice, «intendo, era un fischio che si poteva sentire in tutto il quartiere – letteralmente correvo per il quartiere per tornare a casa. Sapevo che la pasta era sul tavolo!»

Un giorno Jon Bon Jovi ha debuttato con la salsa per pasta del marchio Bongiovi al di fuori della casa dei Bongiovi. Questo avvenne quando la band di Jon era in sessioni di registrazione e in tour. «Portavo la salsa – oh, e un paio di materassi a Philadelphia, dove la band registrava», dice il Sig. B, perché: «I musicisti devono mangiare!».

«Quello che facevamo in famiglia in cucina, lo facevamo anche per la band», afferma il Sig. B.

Quando i ragazzi portavano i loro amici, venivano anche la band e i roadie, se c'era un concerto nelle vicinanze. Quando Anthony si unì al team di tournée di Jon per fare produzioni video e registrazioni, non poteva lasciare la salsa: «Mettevo la salsa in scatola a casa e la portavo in tournée con me». Dice di essere riuscito a condividerne una parte. «Papà portava la salsa nell'arena quando eravamo nei dintorni», aggiunge Anthony.

Quando Anthony e suo padre decisero poi di produrre la salsa per la vendita, pensavano che forse non avrebbe funzionato. «Ma la possibilità di catturare questa magia nel processo produttivo», dice Anthony, «ho sperimentato e ho sorpreso tutti con la mia 'creazione'», ride. «Ci sono voluti probabilmente sei anni, ma ora è amata da molti fan di Jon Bon Jovi!».